Chiudi

Tra briganti e natura, oltre cento partecipanti per i “Rifugi di cultura” del CAI Foggia

Oltre 100 persone, domenica scorsa, si sono ritrovate al Rifugio Casonetto di Castelluccio Valmaggiore, l’unico CAI della Puglia.

La sezione foggiana del Club Alpino Italiano ha aderito a “Rifugi di cultura”, rassegna promossa dal Gruppo “Terre Alte” del CAI, per la valorizzazione dei rifugi, con un percorso storico-culturale attraverso le tradizioni, i racconti e le antiche leggende sul Brigantaggio che si tramandano nei Monti Dauni. 

In una giornata piena di sole, che ha reso piacevole la passeggiata di circa 9 km anche ai numerosi bambini presenti, i partecipanti hanno raggiunto i 1.152 metri del Monte Cornacchia e il Toppo Pescara, da cui è possibile ammirare il Golfo di Manfredonia, le Murge e il Tavoliere. Dal Lago Pescara, si è poi entrati in un antico querceto, fino al Sentiero Frassati, da cui si è giunti al Rifugio Casonetto, situato a 700 metri di altitudine, alle pendici di Monte Sidone (1.051 m).

Proprio nel Rifugio, il CAI ha offerto la “merenda del brigante” a base di caciocavallo locale, formaggio di capra, pane e pomodoro condito, Nero di Troia e crostate preparate dai soci.

Alle 16.00, all’interno di un suggestivo querceto all’inizio del bosco di Difesa Grande, è andato in scena – in anteprima assoluta - lo spettacolo “Brigantaggio” a cura della Compagnia Tanino di Deliceto, associazione teatrale con all’attivo una cospicua attività con spettacoli in lingua, ispirati ad autori classici.

“Il bilancio della giornata è più che positivo – sottolinea il Presidente del CAI Foggia, Ferdinando Lelario – perché è stata molto partecipata, da grandi e piccini. A livello nazionale sono diciotto i rifugi della montagna italiana dal Cuneese allo Zoldano, dalla Ciociaria alla Daunia, con quote che vanno dai 660 ai 2.200 metri, che si sono popolati di briganti e brigantesse, soldati e partigiani attraverso spettacoli, reading, escursioni, canti e racconti. Il Casonetto ha rappresentato un’occasione per ricordare e rivivere alcuni momenti della tragica storia delle nostre montagne e richiedere il prezioso dono della pace”.

Intanto, nella sede foggiana dell’associazione già fervono i preparativi per il prossimo grande evento, la “Festa della Montagna”: appuntamento per domenica 14 ottobre, sempre sui Monti Dauni. 

admin

Redazione

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata.

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata. Cronaca Politica Sport e Curiosità, questi sono alcuni degli ingredienti della nuova testata giornalistica. Qualcuno potrebbe obbiettare che per una realtà come Lucera, i quotidiani on line siano troppi. Mi permetto di non essere d'accordo, in quanto più voci raccontano la realtà, più possono essere divulgati i pareri e le opinioni della gente, dopotutto la democrazia è sopratutto questo. La nostra testata, infatti, è libera e dà libero accesso a chiunque voglia collaborare ed esprimere il proprio pensiero, sottolineo che comunque il rapporto è libero e gratuito. Ringrazio sin da ora chiunque potrà dare la sua la fattiva collaborazione. Dopo essere stato uno degli editori, di Sunday Radio ed una delle sue voci più famose per tantissimi anni, mi appresto ora ad affrontare una nuova avventura, questa volta nel web e spero che questa sia foriera di successi e nuove soddisfazioni. Le premesse e l'entusiasmo ci sono, a voi lettori il giudizio finale.

Lucera / Foggia / Italy

redazione@luceranet.it

Social Counter