Chiudi

Diocesi di Lucera-Troia, la settimana biblica diocesana dal 7 al 14 ottobre 2018

Il vescovo alla santa Chiesa di Lucera-Troia

 

- Non solamente l’omelia deve alimentarsi della Parola di Dio. Tutta l’evangelizzazione è fondata su di essa, ascoltata, meditata, vissuta, celebrata e testimoniata. La Sacra Scrit-tura è fonte dell’evangelizzazione. Pertanto, bisogna formarsi continuamente all’ascolto della Parola. La Chiesa non evangelizza se non si lascia continuamente evan-gelizzare. È indispensabile che la Parola di Dio «diventi sempre più il cuore di ogni atti-vità ecclesiale». La Parola di Dio ascoltata e celebrata, soprattutto nell’Eucaristia, ali-menta e rafforza interiormente i cristiani e li rende capaci di un’autentica testimonian-za evangelica nella vita quotidiana. Abbiamo ormai superato quella vecchia contrappo-sizione tra Parola e Sacramento. La Parola proclamata, viva ed efficace, prepara la re-cezione del Sacramento, e nel Sacramento tale Parola raggiunge la sua massima effica-cia. Lo studio della Sacra Scrittura dev’essere una porta aperta a tutti i credenti. È fonda-mentale che la Parola rivelata fecondi radicalmente la catechesi e tutti gli sforzi per trasmettere la fede. L’evangelizzazione richiede la familiarità con la Parola di Dio e questo esige che le diocesi, le parrocchie e tutte le aggregazioni cattoliche propongano uno studio serio e perseverante della Bibbia, come pure ne promuovano la lettura o-rante personale e comunitaria. Noi non cerchiamo brancolando nel buio, né dobbiamo attendere che Dio ci rivolga la parola, perché realmente «Dio ha parlato, non è più il grande sconosciuto, ma ha mostrato se stesso». Accogliamo il sublime tesoro della Pa-rola rivelata. (Francesco, Evangelii gaudium, 174-175)

 

- La Chiesa ha sempre venerato le divine Scritture come ha fatto per il Corpo stesso di Cristo, non mancando mai, soprattutto nella sacra liturgia, di nutrirsi del pane di vita dalla mensa sia della parola di Dio che del Corpo di Cristo, e di porgerlo ai fedeli. In-sieme con la sacra Tradizione, ha sempre considerato e considera le divine Scritture come la regola suprema della propria fede; esse infatti, ispirate come sono da Dio e re-datte una volta per sempre, comunicano immutabilmente la parola di Dio stesso e fan-no risuonare nelle parole dei profeti e degli apostoli la voce dello Spirito Santo. È ne-

cessario dunque che la predicazione ecclesiastica, come la stessa religione cristiana, sia nutrita e regolata dalla sacra Scrittura. Nei libri sacri, infatti, il Padre che è nei cieli vie-ne con molta amorevolezza incontro ai suoi figli ed entra in conversazione con essi; nella parola di Dio poi è insita tanta efficacia e potenza, da essere sostegno e vigore del-la Chiesa, e per i figli della Chiesa la forza della loro fede, il nutrimento dell'anima, la sorgente pura e perenne della vita spirituale. Perciò si deve riferire per eccellenza alla sacra Scrittura ciò che è stato detto: «viva ed efficace è la parola di Dio» (Eb 4,12), «che ha il potere di edificare e dare l'eredità con tutti i santificati» (At 20,32; cfr. 1Ts 2,13). (Concilio Vaticano II, Dei Verbum, 21)

Con queste “lunghe” citazioni presento la Settimana biblica di quest’anno 2018, dedica-ta all’opera lucana (Vangelo e Atti) in previsione dell’approccio evangelico previsto per il prossimo anno liturgico.

La sacra Scrittura deve occupare il posto centrale nella vita dei credenti e nella pastora-le della Chiesa. Alle Scritture sante, infatti, spetta il primato metodologico, sia spirituale che teologico-pastorale, perché dalla Parola di Dio parte, ritorna e riparte il dipanarsi della vita credente di ciascun cristiano e delle varie comunità ecclesiali.

Raccomando, con particolare insistenza, la proposta e la partecipazione alla prossima Settimana biblica da parte dei sacerdoti, dei diaconi permanenti, dei consacrati e delle consa-crate, dei laici impegnati nella pastorale e nella evangelizzazione.

È ovvio che La Settimana ha la priorità su ogni altra attività o iniziativa, sia diocesana che locale o parrocchiale.

A ben vederci, dunque, per questo appuntamento che vuole essere di inizio dell’anno pastorale a noi donato dalla divina Provvidenza.

“A voi grazia e pace in abbondanza” (1Pt 1,2).

+ Giuseppe Giuliano,

vescovo di Lucera-Troia

 

* * *

Il programma

“Sulla tua Parola getterò le reti” (Lc 5, 5)

L’opera lucana: il Vangelo, gli Atti degli Apostoli

 

domenica 7 ottobre 2018

in ogni parrocchia

- mattino per la Messa più frequentata, intronizzazione del Libro della Parola di Dio (=PdD) con dinnanzi una lampada che resterà accesa per tutta la settimana

- pomeriggio/sera Catechesi del parroco: Il mistero della Chiesa (cf Lumen Gentium I, nn 1 – 8)

 

lunedì 8 ottobre

- Lucera, Seminario. Incontro clero. Introduzione all’opera lucana con i Padri della Chiesa (prof. don Carlo Dell’Osso): ore 9, 30 – 12

- Lucera. Centro della Comunità “Giovanni Paolo II”. Incontro delle aggregazioni laicali (comprese le confraternite): Luca, Vangelo e Atti degli Apostoli (prof. padre Diego Cappellazzo), ore 18 – 19, 30

 

martedì, mercoledì 9 e 10 ottobre

- Lucera, Seminario Incontro clero: L’opera lucana: il Vangelo e gli Atti degli Apostoli (prof. Renzo Infan-te) ore 9, 30 – 12

- Lucera. Centro “Giovanni Paolo II”. Incontro operatori pastorali: Il vangelo di Luca e gli Atti degli Apostoli (prof. Renzo Infante): ore 18 – 19, 30

 

giovedì 11 ottobre

- Lucera. Centro “Giovanni Paolo II”

Incontro docenti delle varie scuole: L’opera lucana (prof. don Rocco Malatacca): ore 18 – 19, 30

- In ogni parrocchia, pomeriggio/sera

Catechesi del parroco: Universale vocazione alla santità nella Chiesa (cf LG V e VII, nn 39 – 42 e 48 – 51 )

 

venerdì, 12 ottobre

- Lucera. Centro della Comunità “Giovanni Paolo II”

Incontro pubblico professionisti e operatori culturali, docenti, imprenditori, ammi-nistratori e politici: La fede e le città degli uomini (prof mons. Antonio Pitta), ore 20

- In ogni parrocchia, pomeriggio/sera

Catechesi del parroco: La beata vergine Maria, madre di Dio nel mistero di Cristo e della Chiesa (cf LG VIII, nn 52 – 69)

sabato, 13 ottobre

Lucera, Cattedrale ore 17, 30, nei Primi vespri della solennità dell’esaltazione della Croce

Liturgia della Parola di Dio a completamento della settimana biblica

Domenica, 14 ottobre

A conclusione della settimana biblica, al termine delle Messe

- si potrebbe offrire il libro del Vangelo di Luca

- lasciando la Chiesa, i fedeli potrebbero essere invitati a baciare il Libro della PdD

 

Appendice

Venerdì, 9 novembre 2018, ore 10, in Seminario, per il clero: “L’opera lucana nell’arte” (mon-signor Vincenzo Francia)

admin

Redazione

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata.

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata. Cronaca Politica Sport e Curiosità, questi sono alcuni degli ingredienti della nuova testata giornalistica. Qualcuno potrebbe obbiettare che per una realtà come Lucera, i quotidiani on line siano troppi. Mi permetto di non essere d'accordo, in quanto più voci raccontano la realtà, più possono essere divulgati i pareri e le opinioni della gente, dopotutto la democrazia è sopratutto questo. La nostra testata, infatti, è libera e dà libero accesso a chiunque voglia collaborare ed esprimere il proprio pensiero, sottolineo che comunque il rapporto è libero e gratuito. Ringrazio sin da ora chiunque potrà dare la sua la fattiva collaborazione. Dopo essere stato uno degli editori, di Sunday Radio ed una delle sue voci più famose per tantissimi anni, mi appresto ora ad affrontare una nuova avventura, questa volta nel web e spero che questa sia foriera di successi e nuove soddisfazioni. Le premesse e l'entusiasmo ci sono, a voi lettori il giudizio finale.

Lucera / Foggia / Italy

redazione@luceranet.it

Social Counter