Chiudi

Concorso internazionale UNESCO 'La Fabbrica del paesaggio 2019'

In data 01 febbraio 2020 è stato materialmente collocato, su una parete del piccolo atrio antistante la sala convegni del complesso di San Pasquale, l’ATTESTATO DI MERITO conseguito dal Club per l’UNESCO di Lucera nel prestigiosissimo Concorso Internazionale UNESCO “La Fabbrica nel Paesaggio”.

Presenti alla piccola cerimonia il sindaco Antonio Tutolo, l’Ass.re alla Cultura Carolina Favilla e una nutrita rappresentanza del direttivo del Club guidata dal suo presidente Giovanni Calcagnì (la vicepresidente Maria Grazia Nassisi ed i consiglieri Raffaele Battista, Marco Foscarini, Ilio Carlantuono, Costantino Dell’Osso). Presente altresì uno dei progettisti e Direttore dei lavori del recupero del complesso di San Pasquale, l’ing. Renato Follieri.

 

Di seguito le note esplicative del prestigioso attestato.

 

«Al Comune di Lucera – Biblioteca Comunale “R. Bonghi” – per l’impegno profuso nel recupero di un luogo storico che ha donato alla comunità una opportunità di miglioramento della qualità di vita sociale e culturale, recuperando una zona della città in degrado, con valorizzazione e arricchimento del paesaggio locale». Con queste motivazioni, il Club per l’UNESCO di Lucera, ha ottenuto l’attestato di merito alla decima edizione del Concorso Internazionale “La Fabbrica nel Paesaggio”, indetto dalle Federazioni Italiana ed Europea dei Club per l’UNESCO in collaborazione con il Club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno. La cerimonia di premiazione è avvenuta lo scorso 12 ottobre 2019 negli splendidi saloni di Palazzo Trinci a Foligno (PG) (http://ficlu.org/concorsi-nazionali).

Il concorso, assurto ad evento di primaria importanza nel calendario annuale della Federazione italiana dei Club per l'UNESCO, è rivolto a operatori che attivano iniziative e progetti dimostrando una particolare sensibilità nei confronti del paesaggio e dell’ambiente ed è articolato in due distinte sezioni: la prima riservata a imprenditori privati che hanno realizzato o ristrutturato la sede della propria attività; la seconda riservata ad amministrazioni e istituzioni che hanno promosso e attuato iniziative di utilità pubblica e sociale nel campo della pianificazione e gestione del territorio nel rispetto del paesaggio. È a quest'ultima sezione che, nello scorso mese di giugno, ha partecipato la Città di Lucera, con la candidatura del complesso culturale del SS. Salvatore (San Pasquale), che da quattro anni ospita la sede della Biblioteca "Ruggero Bonghi" e della Pinacoteca comunale. Una candidatura fortemente voluta dal Club per l'UNESCO cittadino, presieduto dal prof. Giovanni Calcagnì e sottoscritta, a nome dell'Amministrazione comunale dal sindaco Antonio Tutolo, anche a motivo dell'impegnativo intervento di restauro del sito, durato ben quindici anni.

 

Il Premio 2019, coordinato da Gabriella Righi, presidente del Club per l’UNESCO di Foligno e Valle del Clitunno, oltre che ideatrice del concorso, si è svolto sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e ha ricevuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, dell’ICCROM, del MIBAC, dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dell’ICOMOS Italia, oltre che del Comune di Foligno, della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

L’edizione ha confermato la grande rilevanza assunta dal premio: 23 i Club e i Centri per l’UNESCO partecipanti, con altrettante “fabbriche” candidate. Le proposte, oltre a distinguersi per importanza e bellezza, sono state apportatrici di nuove idee, proponendo inusuali quanto interessanti tematiche di paesaggio-culturale. Grande attenzione è stata, inoltre, riservata all’equilibrio dell’ecosistema tradotto in un paesaggio, al tempo stesso, poetico e ricco di memorie.

L’edizione 2019 ha visto salire sul gradino più alto del podio, per la prima sezione, l’Azienda agricola Bio Tarazoma Miriam, segnalata dal Club per l’UNESCO di Arezzo, per la perfetta e piena rispondenza ai criteri della tutela e del miglioramento del paesaggio naturale e culturale, nel rispetto delle vocazioni territoriali, nonché per aver garantito un’alta qualità estetica dell’intervento e dimostrato la capacità di costruire in modo colto e, al tempo stesso, produttivo il proprio luogo di lavoro. 

Vincitore della seconda sezione è stato il Parco del Cormor, presentato dal Club per l’UNESCO di Udine, per un magistrale ‘restauro del paesaggio’: spazi degradati, in gran parte adibiti a discariche all’aperto, meravigliosamente trasformati, con un lungo, impegnativo e tenace lavoro, in parchi e giardini, ora frequentati dalla popolazione e amati da tutte le classi di età. 

La Commissione di valutazione del premio, coordinata dal Presidente dell'Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino, avv. Angelo Paladino, ha visto la partecipazione del prof. arch. Giovanni Carbonara, Professore ordinario di Restauro architettonico all'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, della dott.ssa Luisella Pavan-Woolfe, Direttore dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dell’arch. Carmen De Luca, Consigliere di Direzione e Tesoriere di ICOMOS Italia, dell'arch. Francesco Scoppola, Direttore della Direzione Generale Educazione e Ricerca del MIBAC, dell'arch. Alfiero Moretti, della Direzione regionale Governo del territorio e Paesaggio della Regione Umbria e del dott. Fabrizio Spada, Responsabile relazioni istituzionali del Parlamento Europeo. 

La cerimonia conclusiva si è tenuta alla presenza di un folto pubblico costituito, oltre che dagli imprenditori e dai rappresentanti delle amministrazioni pubbliche e degli enti iscritti al concorso, da esponenti delle istituzioni patrocinanti e dai rappresentanti di oltre 60 Club per l’UNESCO giunti per l’occasione da tutta Italia e dall’estero. 

Presenti alla cerimonia la Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni e Club per l’UNESCO, arch. Teresa Gualtieri, la Presidente della Federazione Europea delle Associazioni, Club e Centri per l’UNESCO, prof.ssa Daniela Popescu e la Vice-Presidente della Federazione Europea delle Associazioni, Club e Centri per l’UNESCO, prof.ssa Maria Paola Azzario.

La manifestazione si è conclusa con la proclamazione dei vincitori, il riconoscimento di un premio europeo a Careless Beauty (Romania), e con l'assegnazione, per le candidature ritenute più meritevoli, di menzioni speciali. 

 

Per la seconda sezione, una menzione speciale (il citato ATTESTATO DI MERITO) è stato attribuito alla Biblioteca comunale "Ruggero Bonghi", proposta dal Club per l’UNESCO di Lucera.

admin

Redazione

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata.

Luceranet.it, un nuovo sito ed un nuovo quotidiano per la città di Lucera, ma il cui sguardo andrà anche al di là della Capitanata. Cronaca Politica Sport e Curiosità, questi sono alcuni degli ingredienti della nuova testata giornalistica. Qualcuno potrebbe obbiettare che per una realtà come Lucera, i quotidiani on line siano troppi. Mi permetto di non essere d'accordo, in quanto più voci raccontano la realtà, più possono essere divulgati i pareri e le opinioni della gente, dopotutto la democrazia è sopratutto questo. La nostra testata, infatti, è libera e dà libero accesso a chiunque voglia collaborare ed esprimere il proprio pensiero, sottolineo che comunque il rapporto è libero e gratuito. Ringrazio sin da ora chiunque potrà dare la sua la fattiva collaborazione. Dopo essere stato uno degli editori, di Sunday Radio ed una delle sue voci più famose per tantissimi anni, mi appresto ora ad affrontare una nuova avventura, questa volta nel web e spero che questa sia foriera di successi e nuove soddisfazioni. Le premesse e l'entusiasmo ci sono, a voi lettori il giudizio finale.

Lucera / Foggia / Italy

redazione@luceranet.it

Social Counter